Stampa

Dettagli

Data iniziativa: 12.05.2015

Orario: 09:30 - 13:30

Luogo: Corso Regio Parco 27

Città: Torino

Sala: Numis

Tipologia: Attività di formazione

Destinatari: Aziende piemontesi

Data inizio iscrizioni: 27.04.2015

Orario inizio iscrizioni: 09:00

Data fine iscrizioni: 11.05.2015

Orario fine iscrizioni: 16:05

Iscrizioni chiuse. Non è più possibile iscriversi all'iniziativa.
Alle imprese piemontesi e valdostane

La tutela del credito nei contratti commerciali internazionali:
gli strumenti per la tutela ed il recupero dei crediti,
la recente novità della possibilità di sequestro conservativo dei conti bancari nel territorio dell'Unione Europea

Torino, 12 maggio 2015

Partecipa al seminario di approfondimento dei passi operativi e delle clausole contrattuali tipiche che consentono di prevenire o ridurre il rischio di lite ed il mancato pagamento dei crediti derivanti dalle transazioni commerciali internazionali.

Si esamineranno i deterrenti ai ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali, gli strumenti offerti dal diritto comunitario per la risoluzione delle controversie tra imprese Europa ed il recupero giudiziale dei crediti commerciali insoluti nell’area dell’Unione Europea.

L'iniziativa rientra nelle attività previste per le aziende aderenti ai Progetti Integrati di Filiera (PIF) e ai Progetti Integrati di Mercato (PIM) gestiti dal Centro Estero per l'Internazionalizzazione (Ceipiemonte) su incarico di Regione Piemonte, Unioncamere Piemonte, delle Camere di commercio del Piemonte e della Valle d'Aosta.

Per le aziende aderenti ai PIF/PIM la quota agevolata di partecipazione è di € 100,00 + IVA. Per le altre imprese piemontesi e valdostane il costo integrale è di € 150,00 + IVA.

PROGRAMMA
  • La tutela del credito commerciale in fase precontrattuale e contrattuale
  • La valutazione del cliente e del sistema Paese nel quale ha sede il cliente
    - La legge applicabile alla vendita internazionale: conseguenze operative per l’azienda
    - Le modalità di conclusione del contratto di vendita internazionale secondo la prassi aziendale
    - Le clausole base da inserire per tutelare il credito commerciale nei rapporti contrattuali con
       clienti con sede all'estero: come proteggere i punti critici
    - L’assicurazione del credito commerciale: pro e contro
    - La direttiva 2011/7/UE relativa alla lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni
      commerciali: interessi applicabili automaticamente e sanzioni
  • I metodi di risoluzione delle controversie internazionali
    - Quadro legale Europeo sul nuovo regolamento (UE) 1215/2012 in materia di competenza,  
       riconoscimento ed esecuzione delle sentenze
    - Valore degli Incoterms 2010 nella determinazione del foro competente
    - Analisi economica della scelta del foro
    - Strumenti comunitari a disposizione delle imprese: il "Decreto Ingiuntivo Europeo” ed esame
       di casi pratici seguiti direttamente dal relatore (Regolamento CE 1896/2006)
    - Il Regolamento (EU) No 655/2014 relativo che istituisce l’ Ordinanza europea di sequestro
       conservativo su conti bancari al fine di facilitare il recupero transfrontaliero dei crediti in
       materia civile e commerciale
    - Analisi operativa ed economica della scelta tra giudice ed arbitro
  • Analisi della casistica operativa e risposte ai quesiti dei partecipanti

Relatore: Avv. Marcello Mantelli - Esperto contrattualistica internazionale Ceipiemonte

Il seminario si terrà nella sede di Ceipiemonte (Corso Regio Parco 27), dalle 9:30 alle 13:30.

Per aderire occorre cliccare su "nuova iscrizione" e seguire le indicazioni per la compilazione e l'invio del modulo di adesione. Qui sono anche indicate le modalità di pagamento. A procedura terminata il sistema invierà un messaggio automatico di avvenuta iscrizione unitamente al modulo di adesione compilato.
Attenzione: il modulo dovrà essere stampato, firmato in tutte le sue parti e inviato a Ceipiemonte via fax al n. 0116965456.

Le adesioni saranno accettate secondo l'ordine di arrivo fino a un numero massimo di 18 persone (1 referente per azienda).

Scadenza adesioni: 11 maggio

Clicca qui per conoscere le altre attività di formazione