Stampa

Dettagli

Data iniziativa: 08.03.2018

Orario: 09:30 - 16:30

Luogo: Ceipiemonte, Corso Regio Parco 27

Città: Torino

Posti totali: 18

Mercati di interesse: Italia

Tipologia: Attivitą di formazione

Settori: Formazione

Destinatari: Aziende piemontesi

Data inizio iscrizioni: 15.02.2018

Data fine iscrizioni: 05.03.2018

Posti totali: 18

Posti disponibili: 4

Iscrizioni chiuse. Non è più possibile iscriversi all'iniziativa.
Logo Ceipiemonte

Il risarcimento dei danni nei contratti nazionale e internazionali:

rimedi e possibilità tra diritto italiano e diritto internazionale

Torino, 8 marzo 2018

L’inadempimento del contratto si basa sulla mancata o scorretta esecuzione di una delle prestazioni corrispettive così come stabilita nello stesso. Il tema del risarcimento dei danni va considerato sin dall'inizio del rapporto commerciale con la controparte straniera, al fine di tutelare preventivamente l'azienda tenedo in considerazione tali problematiche già in fase di redazione del contratto.

Ceipiemonte, organizza un seminario con lo scopo di fornire una conoscenza approfondita dei rimedi possibili all’inadempimento contrattuale, spiegando le differenti tipologie di danni risarcibili, le clausole contrattuali volte a limitarli con particolare attenzione alle tipologie di contratti internazionali e alle singole legislazioni straniere che necessarimente comportano un diverso approccio alla tematica e  risultati spesso differenti in termini di tutela dell’azienda italiana.

 

Contenuti

  • Risoluzione delle controversie in Italia e problemi che si pongono in relazione al contratto internazionale e alla clausola relativa alla risoluzione delle controversie
  • Inadempimenti che giustificano la risoluzione del contratto secondo la legge italiana
  • Problematiche relative all’inadempimento nei contratti internazionali: quale legge si applica al rapporto contrattuale
  • i rimedi possibili all’inadempimento del contratto secondo il diritto italiano e secondo il diritto internazionale: la Convenzione di Vienna del 1980
  • Definizione e concetto di danno
  • Tipologie di danni in italia
  • Penali: previsione e applicabilità in Italia e problematiche in alcuni Paesi stranieri
  • Esecuzioni in forma specifica ed ingiunzioni
  • Danni diretti /indiretti
  • Danno risarcibile e non
  • Metodi per limitare i danni
  • Valutazione ed analisi dei danni
  • Clausole contrattuali a tutela del committente in caso di inadempimento.

 

Programma

  • Le differenti tipologie di obbligazioni
  • L’Adempimento e l’Inadempimento contrattuale: lo squilibrio sinallagmatico
  • Il colpevole ritardo e la messa in mora del debitore
  • Il conflitto tra creditore e debitore: i differenti interessi in gioco
  • La Responsabilità contrattuale e la responsabilità extracontrattuale: l’obbligo di riparare.
  • Gli effetti dell’inadempimento e le clausole di esonero della responsabilità
  • Esame dell’Art. 1218 c.c. “Responsabilità del debitore” e comparazione con le previsioni della Convenzioni di Vienna del 1980 sulla vendita di beni mobili: requisiti dell’impossibilità, la “causa non imputabile, l’inesigibilità, il dovere di correttezza
  • Il risarcimento del danno derivante dall’inadempimento contrattuale: la disciplina codicistica, la Convenzione di Vienna del 1980 sulla vendita di beni mobil, il danno da inadempimento: i criteri per la risarcibilità, il nesso di causalità
  • Il concetto di danno: il danno emergente e il lucro cessante, il danno non patrimoniale (danno morale), il danno non patrimoniale nella responsabilità contrattuale, il danno biologico, il danno ambientale
  • Le differenti forme di risarcimento del danno
  • La liquidazione del danno: i criteri di valutazione
  • Strumenti volti a garantire il corretto adempimento: le specifiche clausole contrattuali, le penali, le garanzie, conoscenza del creditore

 

Relatore: Avv. Francesca Falbo – Esperta di contrattualistica internazionale Ceipiemonte

Sede di svolgimento: Ceipiemonte – Corso Regio Parco, 27 - Torino

Orario: 9.30 - 16.30

Scadenza adesioni: 5 marzo

 

Costi e modalità di adesione

La quota di adesione è di € 220,00 + IVA, a persona, quale partecipazione alle spese di realizzazione sostenute da Ceipiemonte

Per aderire è necessario compilare il modulo di iscrizione che compare cliccando su "nuova iscrizione”. Qui sono indicate anche le modalità di pagamento. A procedura terminata il sistema invierà un messaggio automatico di avvenuta iscrizione unitamente al modulo di adesione compilato.

Attenzione: il modulo dovrà essere stampato, firmato in tutte le sue parti e inviato a Ceipiemonte via fax al n. 011 6965456


Clicca qui per conoscere le altre attività di formazione

 

Per informazioni
Fabrizia Pasqua

Tel. 011 6700619